Happy Monday

L’arte di fare del bene

L’arte di fare del bene

Che arte e architettura possano fare la differenza per ambiente e persone è un dato di fatto. Da qualche decennio a questa parte, infatti, l’estetica si è unita all’etica dando vita ad opere ed iniziative che fanno davvero del bene.


L’arte delle persone per le persone

Partiamo con le aste d’arte charity. Se ne segnalano ovunque in Italia e nel mondo, tra cui la recente della Triennale di Milano, in cui sono stati battuti oltre 37 oggetti donati da artisti, aziende e collezionisti per sostenere le persone affette da problemi di salute mentale.
Oggi, però, vogliamo concentrarci su un particolare progetto che unisce arte e infanzia. L’iniziativa ha carattere globale e ha una missione tanto semplice quanto spettacolare: creare il primo alfabeto umano in giro per il globo.
Ogni lettera, composta da bambini, è fotografata in veduta aerea e viene poi venduta all’asta. Il ricavato va ad enti benefici locali, per aiutare la comunità.
La prima lettera, la A, è stata realizzata in Sud Africa sulla spiaggia di Blauberg a Città del Capo. I bambini, tutti provenienti dalle vicine township (equiparabili alle favelas), hanno vissuto questa straordinaria esperienza, per alcuni ancora più incredibile perché non avevano mai visto il mare.
Guarda qui lo spettacolo delle lettere create finora:  abccharity.org

L’architettura che piace alla natura

La tendenza architettonica degli ultimi anni è di creare edifici che siano in grado non solo di armonizzarsi con la natura, ma che siano anche ecosostenibili. In Italia ve ne sono già molti esempi, più o meno famosi, come il Bosco Verticale a Milano.

Ma è dall’Olanda, e precisamente dalla periferia di Amsterdam, che arriva il primo villaggio autosufficiente al 100%.
Oltre 15.000 mq dove gli abitanti potranno coltivare il proprio cibo, produrre la propria energia e riciclare i propri rifiuti.
Ogni appartamento avrà uno spazio per realizzare l’orto, il centro adotterà energie pulite, come la geotermica, la solare, la eolica e la biomassa. Ci si sposterà con auto elettriche e ci sarà un sistema di stoccaggio dell’acqua piovana. Insomma, l’impatto umano sarà quasi ridotto a zero.


Le star per far star bene

In Italia è nato un progetto charity vincente che unisce musica, sport, cultura, danza, moda (e molto altro) alla beneficenza. La filosofia alla base di questa nuova idea è il divertimento. Come funziona?
 VIP di ogni campo si mettono all’asta, il ricavato viene devoluto, di volta in volta, ad associazioni specifiche e mirate.
Un modello di sostegno in cui, sia chi dona sia chi riceve, ottiene la massima soddisfazione. Chi dona, infatti, ha la possibilità di coronare un sogno, magari incontrare il proprio cantante preferito, oppure partecipare a un evento esclusivo. Chi riceve, naturalmente, può realizzare la propria iniziativa a carattere umanitario.
Scopri di più: charitystars.com



Condividi questo articolo

Condividi questo
articolo

Vota il tuo stato d’animo

Vota il tuo stato
d’animo dopo aver letto
la buona notizia

<< Torna agli Happy Monday